Home Lo stile di una sposa
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Lo stile di una sposa PDF Stampa E-mail

lo stile di una sposaLo stile è tutto personale: romantico o austero, bianco o colorato, lungo o corto, vaporoso o lineare, velo o non velo, classico o audace, nelle variazioni e combinazioni di tessuti pregiati come sete, organze, georgette, mikado, raso, velluto o taffetas.

Da protagoniste assolute ci si può concedere di osare, e stupire futuro marito e invitati con un look speciale, senza mai dimenticare il buon gusto e la condizione necessaria di sentirsi sempre a proprio agio. L’abito giusto sarà quello che vi farà sentire perfette, che valorizzerà al meglio la vostra figura e che farà risaltare i vostri pregi. Per quanto riguarda il modello consigliamo di tenere ben presenti la propria corporatura e naturalmente l’età; poche sono le regole da seguire: se la cerimonia si celebra in chiesa è preferibile che l’abito sia lungo e bianco o in una delle sue delicate sfumature, se si ha la carnagione molto chiara e pallida meglio evitare il bianco cangiante e il bianco puro, avorio e crema aiutano molto; mentre chi è al secondo matrimonio può scegliere con più libertà colori, modelli e tagli.

La schiena sarà al centro dell’attenzione durante lo svolgimento di tutta la cerimonia, quindi anche la scelta dell’acconciatura è fondamentale. Le spose più avanti con gli anni, naturalmente si indirizzeranno verso un look più sobrio ed essenziale, meglio evitare tulle e fiocchetti e scegliere un abito lungo, lineare, magari stile impero, o con gonna alla caviglia. Chi si sposa in comune, secondo il galateo, dovrebbe indossare un abito corto, un tailleur e al posto del velo un copricapo, ma in realtà oggi sono adeguati anche gli abiti lunghi a patto che non siano esageratamente vistosi. Se ci si sposa in inverno l’abito può essere ugualmente leggero e abbinato a una mantella, una cappa in lana, cachemire, eco-pelliccia. Guanti e accessori vanno abbinati necessariamente all’abito, alcuni modelli non li richiedono, per altri sono necessari; un capitolo a parte sono le scarpe, bianche, comodissime, con un tacco medio. Ma anche colorate, blu, rosse o color oro o argento, sabot, sandali aperti. Le spose altissime possono optare per un paio di ballerine, purché preziose e non anonime.

Trucco e acconciatura vanno scelti con largo anticipo, adattati perfettamente all’abito: una schiena scoperta è valorizzata da un’acconciatura alta e morbida, se il collo è lungo; orecchie a sventola vanno coperte con una acconciatura adeguata, semiraccolta; un abito con scollatura all’americana e collo fasciato richiede capelli alti e ben tirati in un elegante chignon. Il trucco, preferibilmente naturale, può richiamare dettagli colorati, ove ve ne fossero, dell’abito o delle scarpe. Accessorio per molte irrinunciabile è il velo. La tradizione vuole che il velo protegga il candore e la purezza della sposa da occhi maligni fino a che non viene consegnata allo sposo, e quando le unioni erano combinate, serviva a tenere nascosta la sposa al promesso sino al momento in cui difficilmente era possibile ritrarsi.

Nell’Antica Roma il volto della sposa veniva coperto da un telo rosso, colore simbolo delle nozze, ma dobbiamo alla tradizione cristiana l’avvento del bianco a significare purezza. Il velo oggi contribuisce a rendere romantica e misteriosa la sposa, e nei modelli in pizzo pregiato, dona un alone di raffinatezza tradizionale impareggiabile; peraltro aiuta a tenere coperte le spalle se l’abito è scollato. Il velo può essere fermato e adattato all’acconciatura attraverso dei pettinini o degli spilloni preziosi, più corto sul davanti, ha una coda variabile che non deve però superare i tre metri.

Da non trascurare assolutamente: - Via libera a veli, spolverini, stole (purchè vengano tolti durante i festeggiamenti); - Il velo corto o lunghissimo (solo per la cerimonia religiosa in prime nozze); - Lo strascico molto lungo con le damigelle; - Le calze sempre, anche in estate; - Trucco molto naturale; - Borsette raffinate solo per le nozze in municipio; - Orecchini che illuminano il viso (mai a cerchio); - L’anello di fidanzamento (mai durante la cerimonia: la protagonista è la fede).

 
© 2009 Image Show & Organization - p.iva 02053090748. Realizzazione altraweb

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information